Voglia di mare

Al via la stagione balneare 2020.
Dopo due mesi di lockdown c’è tanta voglia di sole e mare.
Le spiagge, anche quelle libere, sono state prese d’assalto nel weekend dopo un’iniziale diffidenza. Abbiamo ascoltato quattro gestori di lidi per capire che stagione balneare sarà.

Di Pasquale Caputi (Molfetta), Giacomo Caporusso (Barletta), Donato De Ceglie (Trani), Francesco De Marinis (foto e video)

Barletta e Margherita

Al momento la situazione è molto ingarbugliata e né la Regione, né le amministrazioni locali riescono ad emettere normative applicabili in merito.
Per i gestori dei lidi la situazione sembra abbastanza lineare. Con grossi sacrifici da parte degli imprenditori la sicurezza sanitaria è garantita a scapito dei posti limitati rispetto agli anni scorsi, con una diminuzione evidente di introiti.

Per le spiagge libere, invece, la questione è molto complicata, soprattutto a Barletta: tanti km da gestire senza regole e norme. Dal punto di vista politico sono tanti gli attacchi nei confronti dell’amministrazione perché, al momento, non è stata emessa nessuna ordinanza per provvedere allo smistamento e al distanziamento delle tante persone che nei prossimi weekend affolleranno la spiaggia libera.
Al momento la gestione degli spazi è affidata al buon senso dei bagnanti e dei turisti. La situazione a Margherita di Savoia è leggermente diversa. La città che quest'anno si può fregiare della bandiera blu, lungo la sua costa ha un gran numero di lidi balneari e pochissime spiagge libere.

Nel caso specifico le normative regionali hanno aiutato i gestori dei lidi nella realizzazione e nella messa in sicurezza delle strutture. Anche in questo caso ci sarà una riduzione dei clienti che arrivano dall'entroterra foggiano e barese.

Foto


Trani

Senza mare non sostare. Probabilmente a marzo ci saremmo aspettati di affrontare l'estate con questo motto: un tuffo, un po' di tintarella e via a casa a distanza di sicurezza. Ad oggi invece la paura del virus sembra un lontano ricordo, soprattutto sulle spiagge libere, sulle quali negli ultimi due weekend gli ombrelloni hanno coperto quasi per intero gli spazi liberi di Seconda spiaggia e zona Colonna.
Distanziamento minimo e nessuna preoccupazione di condividere lembi di mare tra sconosciuti. In settimana le scorribande di ragazzini con la palla non hanno abbandonato le zone di sabbia, nonostante gli inviti ad evitare assembramenti.
Sulle spiagge libere sono previsti nelle prossime settimane controlli della Polizia locale ma molto probabilmente saranno orientati più verso azioni di prevenzione che repressione. Un'estate diversa ma non troppo, tranne per i lidi che si vedono costretti a gestire il flusso dei bagnanti travestendosi anche da controllori del rispetto di regole e divieti. Abbiamo intervistato Giuseppe Curci, del Lido Matinelle, il quale ci ha parlato di quanto sia diversa l'affluenza turistica quest'anno. Politica prezzi non troppo lontana da quella degli scorsi anni, perché "Non avrebbe senso lucrare in questo momento storico". In spiaggia gli ombrelloni sono distanti circa tre metri e compaiono totem informativi circa il corretto comportamento da adottare e le precauzioni consigliate. "Se le prescrizioni da adottare per i lidi fossero state più stringenti probabilmente non avremmo aperto, per ora crediamo di aver visto buonsenso da parte dei bagnanti e speriamo sia sempre così".
Nel frattempo su Trani è tornato anche il lido gestito dal noto brand pugliese Pescaria, le cui file di clienti in attesa di un posto a tavola o di un panino d'asporto sono state un buon banco di prova per la capacità di autogestione delle distanze. I grandi assenti in questo momento restano gli accessi al mare nella zona costiera tra Trani e Bisceglie. Ci siamo chiesti come avremmo gestito pochi spazi liberi per troppi utenti ma non abbiamo fatto ancora i conti con la possibilità di usufruire - senza sfruttare - ampi tratti di mare libero..

Foto


Molfetta

Per Molfetta il mare è più che un contorno. La gente, non a caso, sin dai primi giorni della fase 2, spesso anche forzando le disposizioni del governo, ha cominciato a frequentare le spiagge cittadine. Prima e seconda cala, torre Gavetone e ogni luogo che potesse garantire bagno e tintarella.
Poi, con l’apertura alla frequentazione libera delle spiagge e degli stabilimenti balneari, l’estate è letteralmente esplosa, come se i rischi legati al covid non fossero mai esistiti. Impossibile, in questi casi, rispettare il distanziamento sociale, non ipotizzabile l’uso di mascherine. Solo tanta voglia di godersi giornate di sole e massima comunione con l’acqua. Con l’ambiente. L’emergenza coronavirus, va detto, ha indotto un nuovo rapporto con l’ambiente e con la natura. È una delle (poche) conseguenza positive di un periodo che per il resto è stato nefasto. Drammatico. Il rispetto per ciò che ci sta attorno è a ogni modo cambiato. Tanti hanno maturato una consapevolezza decisamente maggiore del bello e speciale che caratterizza la nostra quotidianità.
C’è chi, però, all’ambiente e alla natura ha sempre dedicato il massimo della propria attenzione, facendone un’autentica filosofia e ragione di vita. Nicola Pertuso è la mente del progetto Villaggio Lido Nettuno, situato sul litorale tra Molfetta e Bisceglie. Tra natura rigogliosa e spettacolo della storia, tra attenzione certosina riservata al riciclo e iniziative come il “plastic free”, che hanno letteralmente anticipato i tempi, il concetto di natura è sempre stato il vero valore aggiunto del villaggio che si affianca alla mirabile Torre Calderina. “Ho sempre ritenuto che si debba tornare ad avere un rapporto unico con la natura – afferma Nicola Pertuso – e tante nostre iniziative sono state pensate e realizzate proprio in coerenza con questa filosofia. Dopo ciò che è successo, a maggior ragione c’è bisogno di stare nel verde, in spazi larghi, di vivere in maniera serena. Questo è possibile in grandi strutture.
Noi abbiamo ambienti enormi ed enorme amore per la natura. Per noi e per i nostri clienti rispettarla è un dovere e un piacere. Sarà un’estate diversa, ma con questo sentimento, sarà bellissima”.

Foto